Cura con la medicina, guarisci con il cibo
Slider
25 Marzo 2018

Estratti e succhi di frutta…vanno bene per tutti?

Tra le varie abitudini alimentari che negli ultimi tempi si sono distinte, ce n’è una che ha raccolto molti consensi poiché considerata altamente depurativa e benefica. Stiamo parlando del consumo dei succhi di frutta, spremute ed estratti vegetali.

Vi sono diverse preparazioni che distinguono i vari tipi di succhi e ognuna può caratterizzarsi dalla presenza o meno di alcuni elementi:

 

  • Centrifugati: come suggerisce la parola lo strumento utile per ottenere questo preparato è una centrifuga che lavora ad alta velocità generando un succo filtrato; il vantaggio di avere una centrifuga è rappresentata dalla possibilità di utilizzare anche verdure più dure come le carote, mentre lo svantaggio è dato sia dal calore generato delle lame che porta ad una perdita dei nutrienti più labili, sia dall’eliminazione di buona parte delle fibre a seguito del filtraggio.
  • Estratti: dagli estrattori si ricava un succo anche in questo caso piuttosto povero di fibre. Rispetto però ai centrifugati, viene garantita una maggior concentrazione di vitamine ed enzimi poiché frutta e verdura subiscono un riscaldamento inferiore; inoltre è possibile ottenere una maggior quantità di prodotto a parità di peso (circa il 20% in più). L’estrattore altresì permette di utilizzare anche vegetali molto fibrosi come le foglie.
  • Frullati: con un frullatore si ottengono mix cremosi (conosciuti anche come smoothies) generalmente miscelati al latte o ad altre bevande di origine vegetale. Oppure è possibile ricavarne bevande ghiacciate a base di frutta e verdura congelata o frullata con cubetti di ghiaccio (frappè). In entrambi i casi la quota di fibra presente è decisamente più alta poiché non avviene alcuno scarto.
  • Spremute: soluzione molto pratica e comune che si adatta agli agrumi, da cui si ricava un succo con una quantità parziale di fibre poiché esse rimangono in parte separate durante la spremitura.

Secondo la visione occidentale l’abitudine di integrare nella propria alimentazione i diversi succhi a base di frutta e/o verdura comporta un notevole benessere fisico grazie al concentrato di vitamine, minerali e fibre, complice anche il fatto che già con un solo bicchiere è possibile assumere una quantità nettamente più alta di vegetali rispetto a quanta ne mangeremmo in versione intera in un singolo giorno.

 

smoothies 2253423 1280 Copia

 

Che cosa ne pensa la Medicina Cinese...

La frutta viene vista dalla medicina orientale come alimento particolarmente umidificante, ossia in grado di apportare all’organismo una quota di liquidi piuttosto alta; di natura prevalentemente rinfrescante il suo sapore tende al dolce e all’acido. Ovviamente dovremmo scendere nello specifico di ciascun frutto per capirne le caratteristiche in quanto non tutti hanno la medesima natura termica, direzione e azione, ad ogni modo cerchiamo di capire come incidono in linea generale questi succhi di frutta sull’organismo.

 

Il primo sistema energetico deputato alla trasformazione dei liquidi per la Medicina Cinese è Milza-Stomaco, organi che se da una parte hanno come compito quello di accogliere, trasformare e trasportare le sostanze ad altri sistemi, dall’altra sono particolarmente sensibili ad un eccesso di umidità che può generare ristagni e rallentamenti a diversi sistemi energetici.

 

Gli esempi più classici di eccesso di umidità possono essere rappresentati dalla presenza di edemi o ritenzioni, ma anche da feci non formate, diarroiche, sensazione di salivazione spessa e vischiosa, catarri bronchiali, sinusiti e via dicendo. Può inoltre peggiorare il lavoro stesso del sistema digestivo con conseguente stanchezza, gonfiori post prandiali, sonnolenza e senso di affaticamento, inappetenza, sovrappeso, ecc. Le situazioni che possono generarsi sono molteplici e a volte ben più complicate qualora l’umidità vada a sommarsi anche a freddo o calore e interagendo negativamente con ulteriori organi e visceri.

 

 Fondamentalmente per la visione orientale, l’assunzione di succhi a base di frutta o verdura va valutata attentamente nei soggetti con un sistema Milza-Stomaco già deficitario, o con presenza di freddo e/o eccesso di umidità pre-esistente poichè il consumo concentrato o frequente di questi alimenti può comportare un ulteriore peggioramento dei diversi quadri, specialmente se nella preparazione vengono aggiunti ghiaccio oppure latte (anche se di origine vegetale).

 

Quando sono utili?

In caso di secchezza o eccessivo calore, i succhi invece possono rappresentare un utile rimedio, sfruttando la loro capacità non solo di generare i liquidi ma anche di trattenerli, in particolare il discorso vale utilizzando la frutta acidula o non ancora troppo matura.

La stagione inoltre è un altro elemento da non sottovalutare: in inverno o durante una stagione piuttosto umida il consumo di frutta (e così pure dei succhi) andrebbe limitato oppure consumata cotta con l'aggiunta di spezie quali cannella o zenzero che aiutano Milza a trasformare l'eccessiva presenza di umidità. Diverso discorso invece in estate quando una maggior sudorazione e calore, possono essere compensati con un apporto maggiore di frutta e verdura, di cui non a caso la natura ci rifornisce in maggior varietà e quantità...

 

Anche in questo caso quindi conoscere i propri equilibri secondo la visione orientale può aiutarci a comprendere se l’abitudine di consumare molta frutta (o in dosi concentrate come nel caso dei succhi), può davvero rispondere ai bisogni del nostro organismo.

 


Potrebbe interessarti anche:

Sonnolenza e gonfiori dopo i pasti? La medicina cinese ci fornisce la sua teoria

Eccesso di...magrezza

 

Vota questo articolo
(3 Voti)

Scrivimi per informazioni

Le attività svolte durante gli incontri non sono di natura sanitaria. L'alimentazione energetica cinese non sostituisce diete prescritte da personale medico, nutrizionisti o dietisti in caso di patologie. 

 

  

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali

Powered by Riweb - Rimini Web Agency  login