Cura con la medicina, guarisci con il cibo
Slider
10 Settembre 2019

Il sonno e i suoi disturbi tra scienza e medicina cinese – parte 2

Nella prima parte di questo articolo dedicato al sonno ci siamo soffermati sulle fasi che lo caratterizzano guardandole sia da un punto di vista più scientifico, sia attraverso una visione più energetica, esattamente come ci viene tramandato dalla medicina cinese.

 

Negli ultimi decenni la qualità del sonno si è fatta via via più scarsa con implicazioni importanti sia sul tono dell’umore che sul piano fisico e sociale. Il primo imputato a cui diamo la colpa è lo stress, ma se vogliamo ritrovare un buon ritmo sonno-veglia in maniera più naturale dovremmo osservare più attentamente la nostra condizione, comprendere quali altri segnali ci invia il nostro corpo e se abbiamo abitudini (forse sbagliate) che sarebbe bene abbandonare.

Attraverso la medicina cinese possiamo capire se i disturbi che caratterizzano le nostre nottate sono da deficit o da eccesso ed intervenire in maniera più mirata al miglioramento del nostro sonno.

 

Innanzitutto se il sonno è disturbato è perché le energie che ci sostengono durante il giorno mantenendoci attivi e lucidi, durante la notte non riescono ad interiorizzarsi tenendoci in quello stato vigile e cosciente anche quando dovremmo abbandonarci al risposo (come spiegato nella prima parte: Il sonno e i suoi disturbi tra scienza e medicina cinese – parte 1).

moon 1275126 1280

 

Perché? Vediamo quali possono essere le cause:

  • Fuoco di Fegato: il fuoco tiene attivo lo yang e agita lo Shen; si manifesta con difficoltà ad addormentarsi e i risvegli sono improvvisi e avvengono specialmente tra l’1 e le 3 di notte; i sogni sono agitati e ci si risveglia di cattivo umore o con già tanti pensieri per la testa; è tipico anche nel periodo premestruale (specie se compiano anche nervosismo, tensione al seno, gonfiore…); ne soffrono maggiormente gli ipertesi, i fumatori, chi abusa di caffè, alcolici e/o spezie piccanti, chi fa diete iperproteiche e nei periodi di forte stress emotivo.
  • Fuoco di Cuore: forti traumi di origine emotiva perturbano l’attività del Cuore e gli stati emozionali ad esso connessi; il sonno è disturbato da incubi, ci si sveglia con le palpitazioni e la mente è irrequieta, vi è apprensione e si fatica a riprendere sonno.

Si tratta di due condizioni da eccesso in cui il soggetto potrà notare altri fenomeni correlati al fuoco come stipsi, gastralgie, acufeni, agitazione, eccessiva preoccupazione, sete, urine scure, viso/occhi rossi, tachicardia, ulcerazioni alla bocca e sapore amaro. In questo caso sarebbero da evitare tutte le bevande alcoliche e stimolanti (anche il tè) in favore di tisane alla melissa, lavanda, tiglio e valeriana; prediligere verdure fresche, sedano, tarassaco, germogli, ananas, miele, uova, ricotta e yogurt; molta attenzione alle carni rosse e ai cibi pesanti.

 

  • Stasi di cibo: mangiare troppo e non riuscire a svuotare correttamente lo stomaco può causare difficoltà di addormentamento, risvegli notturni con nausea, dolori urenti all’epigastrio e sete; il sonno sarà comunque leggero e disturbato mentre al mattino ci si può sentire confusi e di malumore.

Regolarsi con le quantità, consumare pasti leggeri specialmente alla sera e cenare presto è un’ottima regola non solo per la salute in generale ma anche per avere un sonno di qualità!

 

  • Deficit di yin di Cuore e Rene: si caratterizza per un sonno molto leggero e in cui si sogna molto; anche se ci si addormenta subito possono presentarsi frequenti risvegli con palpitazioni e sudorazione notturna; al mattino ci sente affaticati e poco lucidi.

E’ una condizione che è più tipica della tarda età e a cui possono associarsi manifestazioni come lombalgie, dolori alle ginocchia, feci secche, stati d’ansia, ipoacusia, tinnito, poca memoria, scarsa vitalità, vertigini. Prediligere in questo caso pesci magri, vongole, seppie, piselli, uva bianca, pere, sesamo, semi di lino, olive, uova, latte di mandorla e brodi di pollo o pesce.

 

  • Deficit di sangue di Cuore: si fatica ad addormentarsi e il sonno è leggero, disturbato da molti sogni.

Si tratta di una condizione più tipica delle donne a seguito di parti o mestruazioni abbondanti; può comunque essere legata anche a cause emotive o a un regime dietetico restrittivo che apporta poco nutrimento. Possono presentarsi anche una diminuita vitalità, scarsa memoria, agitazione e desiderio di piangere, formicolii agli arti, pelle secca e con prurito. Adattare l’alimentazione con brodi di carne e ossa, pollo, manzo, carne di fegato, pesce azzurro, carote, fichi, datteri, uvetta, sesamo, melassa, miele, pappa reale, quinoa, orzo, frutti rossi, goji e lenticchie.

 

meditation 3338691 1280La componente emozionale e mentale è un fattore importante quanto l’alimentazione nei disturbi del sonno per questo un ruolo importante lo svolge anche il qi gong: questa ginnastica energetica promuove non solo una buona e armoniosa circolazione dell’energia con il conseguente riequilibrio di organi e sostanze, ma ha un potere calmante molto utile per chi soffre di insonnia. Praticare qi gong rallenta il respiro e la frequenza cardiaca: si calmano gli stati d’ansia e aumenta la concentrazione e la lucidità.  Praticarlo a fine giornata è una buona abitudine per aiutare le energie del giorno a interiorizzarsi e agevolare così il sonno.

Anche la meditazione o altre ginnastiche energetiche come lo yoga e il tai chi possono rivelarsi estremamente preziose nei disturbi del sonno.

Nelle insonnie più ostinate l’agopuntura e il tuina sono altri ottimi strumenti, ricordandosi però che uno sguardo al proprio stile di vita non è da sottovalutare: scegliere di dedicarsi alla lettura prima di coricarsi anzichè guardare cellulare, pc/tablet o film di tensione e bersi una tisana rilassante dopo cena sono semplici accortezze che possono davvero fare la differenza.

 

 


 Ti potrebbe interessare anche:

Il sonno e i suoi disturbi tra scienza e medicina cinese parte 1

Ginseng: varietà ed effetti secondo la medicina cinese

Vota questo articolo
(2 Voti)

Scrivimi per informazioni

Le attività svolte durante gli incontri non sono di natura sanitaria. L'alimentazione energetica cinese non sostituisce diete prescritte da personale medico, nutrizionisti o dietisti in caso di patologie. 

 

  

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali

Powered by Riweb - Rimini Web Agency  login