Cura con la medicina, guarisci con il cibo
Slider
27 Febbraio 2020

Colazione: perché è così importante farla e cosa mangiare per partire con il piede giusto?

Nella tradizione orientale uno dei detti più importanti per comprendere il valore di ogni singolo pasto è questo:

A colazione mangia come se fossi un re, a pranzo come se fossi un conte e a cena come se fossi un mendicante”.

 

L’importanza rilevante che viene data alla colazione (e in buona parte anche al pranzo) è legata all’orologio biologico degli organi: secondo la medicina cinese infatti l’attività di Milza/Pancreas-Stomaco (il sistema protagonista e centrale della digestione) trova il suo massimo energetico dalle 7 alle 11 del mattino.

Queste quattro ore rappresentano il momento perfetto per fare il pieno di (buon) cibo, affinché il sistema sia in grado di trarne il massimo beneficio per l’organismo e generando altresì due sostanze assolutamente fondamentali: qi e sangue.

 

La colazione rappresenta il vero carburante dal quale i nostri organi attingono vitalità, nutrimento e benessere.

 

Se già al mattino non ci cureremo di questo aspetto, innescheremo un graduale indebolimento dell’attività del nostro organismo che darà seguito con il tempo a diverse manifestazioni più o meno accentuate (stanchezza eccessiva, poca concentrazione, debolezza muscolare, aumento di peso, ricerca continua di cibo e dolci durante il giorno, tendenza a mangiare troppo alla sera, ecc.).

La prima parte del giorno inoltre è quella in cui si è più attivi, sia dal punto fisico che intellettuale: in termini orientali la mattinata è il momento più yang dell’intera giornata, ed è quindi necessario sostenere questa vitalità attraverso una buona dose di cibo nutriente.

 

cereal 898073 1280

 

Che cosa mangiare per partire bene?

Per gli amanti di cappuccini, brioches, biscotti confezionati e una colazione frettolosa a base di un caffè bevuto con un piede fuori dalla porta, non ci sono ottime notizie: oltre a non dare il giusto peso a questo momento della giornata, stiamo infatti introducendo alimenti che non hanno un grande valore nutrizionale, ma anzi, creano pesantezza e umidificano.

 

E’ vero che producono sazietà, ma si tratta di un senso di pienezza legato alla cattiva qualità degli ingredienti che generano diversi squilibri:

  • Senso di fame dopo poco tempo
  • Desiderio di cibi raffinati e poco salutari
  • Stanchezza per il mancato (vero) nutrimento
  • Disequilibri metabolici qualora non si cambi tendenza

 

Una sana e nutriente colazione significa prevedere ben altri alimenti in grado di tonicizzare l’energia e apportare del sano carburante agli organi

 

Partendo dai cereali, l’avena rappresenta uno dei cibi migliori in questo senso: un bel porridge a base di fiocchi di avena con l'aggiunta di mandorle, bacche di goji, miele non pastorizzato, pinoli e uvetta è davvero un’ottima formula. Con questi semplici ingredienti tonicizziamo il qi, sosteniamo il sistema digestivo e nutriamo il sangue.

Ma vi sono anche altre alternative perfette per la colazione, adatte sia a chi predilige il dolce e chi invece il salato, eccone una lista:

uova pane integrale semi oleosi datteri albicocche essiccate pane di segale con tahin crema di sesamo latte di avena ma anche di soia miglio e cocco fiocchi di cereali e frutta secca tritata crema di noc

 

E’ possibile sperimentare tante ricette attraverso questi alimenti aggiungendo anche spezie quali cannella, chiodi di garofano e cardamomo. Così facendo aumenteremo la varietà, il nutrimento, e il sano senso di sazietà che potrà accompagnarci per più tempo durante la mattina.

Marmellate (senza aggiunta di zuccheri), spremute, cibi da forno e caffè, possono anche trovare posto nella lista, ma dovrebbero rappresentare un'eccezione e non una regola.

Colazione e stagionalità

Un altro modo per nutrire correttamente l’organismo al mattino è quella di prestare attenzione alla stagionalità: durante l’inverno infatti è molto importare apportare calore e sostenere lo yang, optando quindi per colazioni più ricche di spezie, piatti cucinati e sostanziosi ed evitando quanto possibile cibi freddi e umidificanti (come latticini, yogurt, spremute, frutta…).

Quando il caldo inizia a farsi sentire possiamo invece tralasciare i piatti più riscaldanti e introdurre invece yogurt, frutta e vegetali (anche in forma di spremuta o composte), alternando un latte vegetale con tè verde, tè bancha o infusi di menta per rinfrescare l'organismo e nutrire lo yin.

 

…e infine qualche idea da mettere in pratica…

Sperimentare in cucina ha una valenza energetica importante poiché il primo passo per preparare il sistema digestivo ad accogliere gli alimenti è proprio cucinando e assaporando gli aromi che si sprigionano.

Prepararsi la colazione e dedicarle il giusto tempo è uno dei passi fondamentali per iniziare al meglio la giornata. Ecco allora qualche semplice idea per mettere subito in pratica una colazione da re:

 

TORTINO DI RISO: cuocere fino a rendere stracotto 100 gr di riso: a cottura ultimata aggiungere noci e mandorle tritati, bacche di goji e uvetta ammollata, miele non pastorizzato e un uovo. Mescolare bene gli ingredienti, stendere il composto su una teglia (lasciando uno spessore di circa 1 cm) e cuocere in forno per circa 40 minuti a 180°C.

PORRIDGE DI MIGLIO: lessare fino a rendere una crema 60 gr di miglio; aggiungere a fine cottura un pizzico di cardamomo in polvere, una grattugiata di scorza di limone, un dattero tagliato e granella di nocciola. Mangiare caldo.

POLENTA DEL MATTINO: quando avanza della polenta è possibile tagliarla a fette e riscaldarla al mattino su una bistecchiera; si potrà così gustare con una spalmata di tahin e una spolverata di zucchero di canna integrale.

PANCAKE DI AVENA: in una ciotola setacciare 30 gr di farina di avena; aggiungere un uovo intero, un pizzico di bicarbonato e un poco di latte (anche vegetale). Mescolare bene e versare il composto in una padella antiaderente e cuocere entrambi i lati. Guarnire con una nocciolata e accompagnare con datteri e/o frutta secca a piacere.

RISO DEL MATTINO: cuocere a lungo il riso con carote e piselli; eliminare a fine cottura l’acqua in eccesso e frullare tutto; aggiungere granella di nocciole e mandorle e consumare caldo.

 

oatmeal 3171723 1280

 


Ti potrebbe anche interessare:

Digiuno: cosa ne pensa la medicina cinese?

Le varietà di tè e le indicazioni secondo la medicina cinese

Vota questo articolo
(2 Voti)

Scrivimi per informazioni

Le attività svolte durante gli incontri non sono di natura sanitaria. L'alimentazione energetica cinese non sostituisce diete prescritte da personale medico, nutrizionisti o dietisti in caso di patologie. 

 

  

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali

Powered by Riweb - Rimini Web Agency  login