Cura con la medicina, guarisci con il cibo
Slider
26 Maggio 2020

La pappa reale: la grande alleata di Fegato e Sangue

La pappa reale è un prodotto gelatinoso piuttosto complesso: viene chiamata anche “latte delle api” poiché è una sostanza generata dalle ghiandole ipofaringee e mandibolari delle api nutrici attraverso la trasformazione del polline.

 

Il primo a diffondere qualche informazione sulla pappa reale fu il naturalista olandese Jan Swammerdam (1637-1680), che ne descrisse il sapore, mentre lo scienziato francese Renè Antoine de Rèaumur (1683-1757) le diede il nome per cui la conosciamo utilizzando il termine bouillie (pappa) e gelèe (gelatina) e descrivendola come “sostanza dal sapore leggermente zuccherino misto all’agro del pepe”.

 

In Asia la pappa reale viene utilizzata in medicina da tempi immemori: una leggenda racconta che i sovrani della Cina attribuivano a questa sostanza la propria longevità e il proprio vigore sessuale. Si trattava dunque di un alimento riservato solo ai nobili.

 

In tutta probabilità si erano già accorti delle straordinarie virtù di questo alimento piuttosto particolare e che nel regno animale viene riservato alle api regine come alimento di cui se ne nutrono per tutta la loro vita, a differenza delle api operaie.

 

Da cosa è composta la pappa reale?

Dal punto di vista biochimico la pappa reale è composta prevalentemente da acqua (fino al 70%), proteine (circa 15%), zuccheri, lipidi e minerali, in particolare potassio, calcio, sodio, zinco, ferro, rame e manganese. Contiene inoltre una buona dose di vitamine, specie quelle del gruppo B. Un altro elemento importante è la presenza di acetilcolina che svolge funzioni di neurotrasmettitore e vasodilatatore, oltre ad essere un valido antibatterico.

 

I benefici della pappa reale secondo la medicina cinese

Tonica e rivitalizzante, la pappa reale rivolge le sue azioni a tre importanti sistemi: Milza/Pancreas, Fegato e Rene. Nello specifico stimola l’attività di trasformazione e trasporto di Milza/Pancreas contribuendo ad armonizzare la digestione e a produrre un sangue nutrito e ricco.

L’azione nutriente allo stesso tempo va a riequilibrare l’energia del Fegato e del Rene, in particolare dei loro aspetti yin.

 

Quando lo yin è in deficit è facile riscontrare sensazioni di irrequietezza e ansia, mentre dal punto di vista fisico possono presentarsi per esempio disturbi del sonno, secchezza di pelle, crampi muscolari, disturbi visivi e acufeni. Tale legame è proprio dettato dalla stretta relazione tra lo yin (di cui fa parte anche il sangue) e gli aspetti emozionali.

La pappa reale è pertanto un toccasana nelle situazioni in cui è necessario rinvigorire i liquidi e il sangue, rinfrescando in caso di eccessivo calore interno e nutrendo in profondità tutto il sistema (sia fisico che mentale). Ciò vale anche durante la gravidanza e l’allattamento quando il fisico, trovandosi in una condizione di maggior richiesta di nutrimento, può trovare nella pappa reale una preziosa alleata.

 

Se volessimo elencare quindi le situazioni in cui l’integrazione della pappa reale può risultare un ottimo aiuto (oltre a quanto già detto sopra) potremmo individuare in particolare le seguenti:

 

pappa reale

 

Reperibilità e consigli sulla scelta

La pappa reale viene raccolta allo stato grezzo durante il periodo della sciamatura delle api (in primavera) e viene custodita in barattolini di vetro conservandosi per massimo 12 mesi a una temperatura di 2-5°C. In commercio è possibile trovarla fresca: è questa la forma migliore per avere la garanzia di un prodotto ricco di tutti i suoi principi attivi. È però fondamentale che non si spezzi la catena del freddo pertanto, una volta acquistata, è bene riporla subito in frigorifero.

In commercio è possibile trovarla anche in forma liofilizzata: si tratta in questo caso di un prodotto disidratato e ridotto in polvere. Tale processo ha il vantaggio di poterla conservare a temperatura ambiente, ma risulta decisamente impoverita poiché buona parte dei principi attivi si perdono durante la lavorazione.

L'ideale sarebbe poi acquistarla presso un apicoltore della propria zona, o comunque presso un rivenditore di alimenti naturali che possa garantire la tracciabilità del prodotto e la sua naturalezza.

 

 

Le informazioni riportate hanno solo scopo informativo e divulgativo e non sostituiscono in alcun modo pareri di medici e specialisti in caso di patologie; inoltre non intendono in nessun modo fornire suggerimenti per l'autocura: si consiglia sempre di rivolgersi ad un consulente esperto per trattamenti di qualunque genere.


Ti potrebbe interessare anche:

La lavanda: un balsamo per il corpo e l'anima

Stanchezza e astenia: le cause in medicina cinese

 

Vota questo articolo
(1 Vota)

Scrivimi per informazioni

Le attività svolte durante gli incontri non sono di natura sanitaria. L'alimentazione energetica cinese non sostituisce diete prescritte da personale medico, nutrizionisti o dietisti in caso di patologie. 

 

  

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali

Powered by Riweb - Rimini Web Agency  login