Cura con la medicina, guarisci con il cibo
Slider

Il Tarassaco, il fiore che rinfresca il Fegato

Protagonista dei prati primaverili, il Tarassaco fa la sua comparsa già dai primi giorni di marzo insieme alle margherite, crescendo facilmente anche ai margini di strade e marciapiedi e continuando a fiorire fino a settembre inoltrato.

I nomi popolari con cui viene chiamato questo fiore spontaneo sono davvero diversi e tra i più comuni troviamo dente di leone (per le sue foglie dentellate), cicoria selvatica (o matta) per via del sapore amaro, pisciacane o piscialetto come rimando alle sue capacità diuretiche, girasole selvatico per il suo colore e soffione per la caratteristica forma piumosa che assume quando dal fiore si sviluppano i semi che verranno staccati e trasportati dal vento.

Il risveglio della primavera e del suo organo, il Fegato

Può sembrare precoce parlare di primavera già a febbraio poiché il clima, almeno alle nostre latitudini, non è ancora così gradevole e anche se già le giornate sono visibilmente più lunghe, il calendario (a quello a cui siamo abituati…) sembra ancora poco favorevole a lasciarsi indietro il freddo dell’inverno.

I germogli, gli integratori naturali perfetti in primavera

Chi conosce la dietetica tradizionale cinese sa che nel vasto panorama degli alimenti, i germogli rappresentano cibi davvero molto preziosi. In Occidente non è comune vederli sulle tavole poiché non tutti conoscono la loro ricchezza e ancor meno sanno quanto è facile riuscir ad averne scorte sempre fresche per buona parte dell’anno.

La determinazione? Tutta questione di cistifellea!

Nella tradizione orientale l’aspetto materiale, fisico e mentale non rappresentano mai elementi separati tra loro poiché l’universo intero rappresenta una globalità che interagisce continuamente: ne deriva che la mente e il corpo non possono essere visti come elementi distinti e separati poichè entrambi si influenzano reciprocamente.

La primavera in cucina

La primavera per la medicina cinese è la stagione legata al Legno e al Fegato. Tutti questi elementi hanno in comune la loro naturale tendenza all'esteriorizzazione e il tipico movimento verso l'alto.

Le fave, i legumi di primavera

Tra i prodotti dell’orto che già ad aprile è possibile trovare nei banchi ortofrutticoli, troviamo senza dubbio la fava. Questa pianta fa parte della famiglia delle leguminose ed ha una storia molto antica: originaria dell’area mediterranea (in particolare dei territori della Persia e del Nord Africa) la fava rappresenta uno dei primi alimenti di cui si è cibato l’uomo, complice il fatto di poterla consumare anche cruda.

Allergie: cosa ne pensa la medicina cinese?

La primavera è una stagione molto amata dalla maggior parte delle persone: l’aria si fa mite, i prati si colorano ed aumenta il desiderio di trascorrere più tempo all’aperto…peccato che purtroppo questo momento coincide con fastidiose manifestazioni, più o meno intense, che oggi disturbano sempre più persone.

Malesseri e disturbi nei cambi di stagione? La medicina cinese ci spiega perché

Nella teoria dei cinque elementi sappiamo che ogni stagione è associata ad una precisa coppia organo-viscere che governa in misura maggiore, rispetto agli altri sistemi, un determinato periodo astronomico. E stando a tale teoria vi sarebbe dunque una quinta stagione tanto importante da essere oggetto di grande considerazione nella cultura orientale.

Scrivimi per informazioni

Le attività svolte durante gli incontri non sono di natura sanitaria. L'alimentazione energetica cinese non sostituisce diete prescritte da personale medico, nutrizionisti o dietisti in caso di patologie. 

 

  

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali

Powered by Riweb - Rimini Web Agency  login